Italo Calvino e i paesaggi dell'Antropocene: Una stratigrafia narrativa

Mittwoch, 14. März 2018, 12:15 Uhr bis 13:45 Uhr

Sorta negli ultimi decenni per dare una risposta culturale alla crisi ecologica, l’ecocritica punta a mettere in luce la capacità dei testi letterari di aiutarci a ripensare la nostra vita nell’ambiente condiviso. Il suo aspetto-chiave è il rapporto della letteratura con campi di ricerca scientifica, filosofica, artistica e storico-sociale, secondo il modello delle cosiddette “scienze umane ambientali” o environmental humanities.
La studiosa Serenella Iovino esaminerà i punti d'interazione tra la letteratura e i cambiamenti ecosistemici e paesaggistici che caratterizzano l'epoca dell'Antropocene, ossia il periodo della storia geologica terrestre in cui l'impatto delle attività umane condiziona i cicli bio-geo-chimici del pianeta. A tale fine, la studiosa offrirà una lettura ecocritica di uno degli autori italiani che meglio si prestano a uno studio trans-disciplinare ed ecologico: Italo Calvino.

MitProf. Dr. Serenella Iovino (Università di Torino)
Ort Rämistrasse 71, 8006 Zürich
Raum: KOL F-171
VeranstalterLehrstuhl für Italienische Literatur (T. Crivelli)
Doktoratsprogramm Romanistik
KontaktRosa Pittorino (Mail)